Search
Wednesday 21 October 2020
  • :
  • :

Come effettuare una corretta manutenzione di un compressore ad aria

Un compressore ad aria per poter essere efficiente e garantire delle buone prestazioni nel tempo necessita di un’accurata e attenta manutenzione.

Se si trascura tale aspetto, allora è chiaro che lo strumento in questione non durerà troppo tempo e occorrerà acquistarne un altro.

Del resto, una corretta manutenzione non è poi così difficile da mettere in atto, basta non solo affidarsi ai consigli di aziende esperte nel settore, ma soprattutto eseguirla periodicamente e dopo l’utilizzo dello strumento.

Senza tergiversare troppo, vediamo in cosa consiste la manutenzione.

Gli step fondamentali per la manutenzione

Per prima cosa sarebbe auspicabile pulire almeno 1 volta al mese il radiatore dalle impurità, per fare questo basta soffiare all’interno, utilizzando una pistola ad aria.

Sicuramente questa prima operazione non è una prassi comune, ma è doveroso farla: se non la si vuole eseguire una volta al mese è necessario non far passare un anno.

Particolare attenzione va posta allo spurgo della condensa, anche se c’è da dire che con i nuovi compressori ad aria basta aprire una valvola apposita (che si trova al di sotto del compressore) e la condensa fuoriesce facilmente dal proprio compressore aria.

Un’alta cosa fondamentale alla quale bisogna porre attenzione per quanto riguarda sempre la corretta manutenzione del proprio strumento, riguarda il controllo del livello dell’olio.

È doveroso controllarlo dopo 300 ore di utilizzo e sostituito dopo 500 ore. Se il lavoro che si deve eseguire non è continuo è chiaro che per poter sostituire l’olio potrebbero passare anche anni.

Come si sostituisce l’olio

La prima cosa da fare è scaldare l’olio presente nel carter; per fare questo basta mettere in funzione lo strumento per 5 minuti dopodiché, scollegare il cavo di alimentazione e porre sul pavimento un foglio di giornale per evitare le macchie.

A questo punto bisogna porre al di sotto del carter un contenitore per la raccolta dell’olio ormai vecchio e svitare il tappo.

Ovviamente l’olio non cadrà velocemente: se si ha fretta si può inclinare il serbatoio, ma se il compressore si rivela abbastanza pesante occorrerà attendere il tempo necessario.

Una volta tolto l’olio si potrà procedere con la sua sostituzione.

Infine, particolare attenzione va posta alla pulizia del filtro dell’aria. Rispetto alla sostituzione dell’olio quest’ultima è molto più semplice da fare e anche più veloce: basterà rimuovere il coperchio, estrarre il pre-filtro e proseguire con l’aspirazione oppure direttamente con la sostituzione.

È doveroso sottolineare che la durata nonché la qualità delle prestazioni di un compressore ad aria dipendono in larga misura anche da una corretta manutenzione.

Ecco perché è necessario sottolineare che inoltre bisogna prendere delle misure di sicurezza quando si utilizza uno strumento del genere e quindi mettere in atto tutte le misure cautelative in modo che il compressore esegua il lavoro nel modo appropriato e non causi alcun genere di incidente.

La sicurezza innanzitutto

Ecco una lista delle più importanti misure di sicurezza da attuare:

  • controllare il manometro e le valvole di sicurezza in maniera tale che non si manifesti un eccesso di pressione;
  • revisionare le condizioni del cavo e le connessioni interne del motore;
  • installare il compressore ad una distanza di sicurezza da pareti e ostacoli che possono impedire il raffreddamento dello strumento;
  • è doveroso utilizzare gli strumenti protettivi adeguati. Protezioni acustiche e occhiali di sicurezza è necessario indossarli.