Search
Monday 19 April 2021
  • :
  • :

Pensionati come investire al meglio i soldi messi da parte

Per moltissime persone la pensione è un traguardo che sembra irraggiungibile, per altri è l’inizio di una nuova vita, una riscoperta di un altro senso del tempo. C’è chi poi anche dopo la pensione vuole continuare a fare fruttare i propri soldi senza cedere il passo alla vecchiaia. Una fonte costante di denaro significa per molti pensionati una libertà maggiore e dunque maggiori possibilità di investimento. Inoltre vi è un folto gruppo di persone che riesce ad arrivare alla pensione avendo messo un cospicuo gruzzolo da parte, che può essere sfruttato al meglio facendolo fruttare.

Prima di scegliere come e su cosa investire i propri soldi è però bene appurare la propria situazione economica e finanziaria e quella del proprio nucleo familiare. È importante in questa prima fase, fare una previsione informata delle spese che verranno sostenute nel corso degli anni. Bisogna dunque pianificare, per quanto possibile, le spese necessarie per i prossimi anni di vita e fare una stima in base a quanti anni rimangono. Spese di affitto, costo della vita, servizi di assistenza anziani Torino e spese legate alla salute nostra e dei nostri cari sono solo alcuni dei fattori da tenere ben presente quando si sceglie di investire.

Scegliere quanto e come investire

Una volta stabilito un margine di spesa futura, che tenga conto sia della situazione odierna che quella legata alla speranza di vita, bisogna prendere alcuni accorgimenti. Innanzitutto se ancora non lo abbiamo è importante creare un fondo di emergenza. Si tratta di un fondo di risparmio in cui depositare regolarmente una quota fissa. Questo fondo serve a coprire le spese di emergenza, che normalmente sarebbero estremamente difficili da affrontare. Per ottimizzare il fondo di emergenza è opportuno cercare un conto risparmio ad alto rendimento che sia adatto alle nostre esigenze. Una volta che si inizia a mettere da parte un fondo di emergenza è importante dagli priorità sulle spese accessorie e resistere alla tentazione di prelevare dei soldi. Questo tipo di fondo è spesso l’ultima risorsa a cui ricorrere in situazioni drammatiche in cui non si hanno alternative.

Quando si è riusciti a fare un buon piano si può cominciare ad investire. Un buon suggerimento è quello di investire una piccola percentuale dei propri risparmi, al di sotto del 5% annuo. Una percentuale così bassa porta a ritorni più discreti, ma permette di mantenere un certo margine di sicurezza e garanzie contro imprevisti. Inoltre ci permette di fare investimenti leggermente più rischiosi, senza rischiare di finire sul lastrico.

Tipi di investimenti

I modi per fare fruttare i soldi sono tantissimi e possono andare dalle attività locali al mercato finanziario. In primo luogo bisogna sfruttare al meglio le proprie conoscenze e la propria esperienza professionale, cercando di investire in un settore a noi familiare. Un altro consiglio è quello di leggere il più possibile e di informarsi sul settore finanziario, tenendosi al contempo aggiornati sull’evoluzione del mercato. Scegliere bene su quali azioni o obbligazioni investire fa infatti la differenza fra una serena vecchiaia e uno stress continuo.

Se non si ha la minima idea di come funzioni il settore finanziario e si hanno abbastanza soldi da parte, una buona scelta può essere quella di rivolgersi a un consulente finanziario. Questi esperti del settore possono aiutare moltissimo nella scelta degli investimenti. Un’altra cosa a cui pensare è cosa fare dei soldi che tornano dagli investimenti. Qui non ci sono scelte sbagliate, si possono utilizzare i soldi per prendersi cura dei propri cari, si può provare a dare il via a un’attività o ancora si può passare gli ultimi anni della propria vita a prendersi cura di chi ha più bisogno.