Search
Wednesday 21 October 2020
  • :
  • :

Come scegliere il giusto broker per le criptovalute

Come poter scegliere il giusto broker per le criptovalute? Oggi sono sempre di più i trader che desiderano investire sulle monete digitali come ad esempio: Ethereum, Bitcoin, Litecoin e Ripple al fine di massimizzare e diversificare i loro guadagni. Ma scegliere il giusto broker è molto importante per investire nelle valute digitali senza acquistarle direttamente. Ma vediamo insieme come scegliere e stilare una lista di broker per le criptovalute tra le quali scegliere per investire le tue risorse al meglio. Ecco alcuni consigli utili.

1. Valuta la reputazione del broker

Una cosa che bisogna valutare prima d’iniziare a operare con le criptovalute sulle piattaforme di trading è la reputazione del broker. Oggi si possono trovare molte piattaforme per il trading online. Valutare le recensioni e la reputazione dunque è essenziale. Verificando la loro affidabilità, la storia, da quanti anni è presente sul mercato è molto importante per riuscire a scegliere quella su cui operare mediante CFD sulle criptovalute.

2. Autorizzazione e regolamentazione

Per riuscire ad essere certo di fare trading di criptovalute senza incorrere in problemi, o peggio ancora in truffe, il consiglio è di scegliere un broker regolamentato. Le autorizzazioni che presentano i broker di criptovalute in regola può essere una o più di queste: FCA (Autorità di Gestione Finanziaria) del Regno Unito, la CIF (Investment Firm di Cipro), la Commissione di Borsa di Cipro la CyCEC, la AMF francese o la BaFin tedesca, e naturalmente dalla Consob in Italia.

3. Valuta il servizio clienti

I criptobroker devono avere anche un buon servizio clienti. Infatti, può capitare che il servizio di assistenza clienti non sia 24 ore su 24, oppure può succedere che non si possa contattare telefonicamente, ma solo via mail. Inoltre, ci sono dei crypto broker che non prevedono la consulenza in lingua italiana. Il consiglio dunque, per riuscire a fare trading con maggiore serenità è scegliere un broker che offra una buona assistenza su vari canali online e telefonici, e supporto in chat live possibilmente in lingua italiana.

4. Controlla se tra gli asset presentano le criptovalute e quali sono contemplate

Una cosa molto importante da controllare è anche quali sono le criptovalute contemplate dal broker online. Ci sono dei broker che permettono di operare solo su Litecoin, Bitcoin ed Ethereum. Altri invece presentano anche un maggior numero di criptovalute tra i loro asset, offrendo la possibilità di fare trading CFD anche su valute digitali meno conosciute.

5. Leva o Spread

Per riuscire a comprendere quanto puoi guadagnare o meno dal crypto trading, ci sono fattori molto importanti da considerare quali lo Spread o la leva. In entrambi i casi, questi influenzano gli utili che si possono generare, più basso sarà lo spread e più alta sarà la leva maggiori potranno essere i tuoi guadagni.

Dopo aver valutato i broker migliori per fare trading sulle criptovalute, potrai cercare in rete quelli che si presentano più idonei alle tue esigenze e ai profitti che hai prospettato. Una volta trovati puoi stilare una lista scrivendo i pro e i contro che hai rintracciato su ogni piattaforma e infine scremarla scegliendo i migliori tre. Una volta scelti i tre broker migliori puoi fare un’ultima valutazione ossia verificare qual è la somma minima per aprire un conto sul broker.

Ci sono piattaforme che permettono di accedere con somme irrisorie con circa 50 euro sul conto, altri invece chiedono un investimento più alto pari ai 250 euro circa. Questo ti potrà aiutare a fare una decisione finale su quale sia il miglior broker per investire online. Oppure puoi scegliere di iscriverti anche a più piattaforme e testarle personalmente, valutando di persona quella che si addice maggiormente alle tue esigenze.