Search
Tuesday 28 January 2020
  • :
  • :

Rifare il tetto, ecco quali sono gli errori da cui stare alla larga

Quando si ha in previsione un intervento importante e complesso come quello di rifare il tetto, è fondamentale prima di tutto svolgere una serie di riflessioni e valutazioni in modo tale da avere un punto di vista il più oggettivo possibile sull’intera operazione. Si tratta di esborsi notevoli e, di conseguenza, c’è da valutare tutta una serie di fattori per evitare di commettere degli errori che possono compromettere non solo la qualità del tetto, ma anche aumentare l’investimento che ci si deve sobbarcare.

Dal punto di vista economico, il primo errore che si commette più di frequente è quello di volere a tutti i costi il risparmio. Il fai da te? Niente di più errato, soprattutto nel caso in cui non si abbia la benché minima esperienza in questo campo, così come quando si decide di intervenire solo parzialmente con i propri lavori. Il rischio è quello di dover affrontare, in seguito, un esborso doppio, ovvero la somma che serve a sistemare il tetto e quella necessaria per mettere a posto i propri lavori errati.

Rifare il tetto, occhio a non risparmiare a tutti i costi

Affidarsi da un’azienda competente che si occupi dell’intervento di rifacimento è importantissimo, dal momento che vi saprà consigliare per evitare un altro errore che si commette molto spesso, ovvero quello di usare i materiali presenti. In alcuni casi, si pensa che ci sia l’opportunità di reimpiegare delle tegole oppure dei listini della copertura precedente per evitare di far lievitare troppo la spesa. Niente di più sbagliato, visto che poi si avrà un tetto rifatto male, di bassa qualità, sicuramente più esposto a danni e, potenzialmente, a spese ancora maggiori. Ad esempio, quando c’è da verificare i pannelli coibentati per tetti prezzi, sempre meglio puntare su materiali di qualità, che siano in grado di garantire resistenza e durevolezza nel tempo.

Dal punto di vista strutturale, invece, fin troppe volte si prendono delle decisioni completamente sbagliate. Un altro errore che capita molto frequente è quello di evitare di consultare un progettista. Magari presi dalla necessità e dall’urgenza di dover cambiare il proprio tetto, può succedere di avere intenzione di modificare completamente la copertura, ma in ogni caso ogni decisione deve essere assunta insieme ad un professionista competente che sappia consigliare la soluzione più adatta in base alle esigenze e agli elementi in concreto.

Intervento solo parziale su un tetto

Altre volte, invece, si interviene per sistemare solamente una parte del tetto che risulta essere deteriorata, quando sarebbe evitare di prendere l’iniziativa e affidarsi ai consigli di un esperto. Il rischio, intervenendo solo sulla parte deteriorata, può essere anche quello di peggiorare ancora di più la situazione. Nel giro di pochi anni, infatti, molto probabilmente si verrebbe costretti a rifare tutto daccapo, dal momento che il tetto consterà di alcune zone nuove e altre invece vecchie.

Infine, serve sottolineare come il rispetto delle regole non debba mai mancare con questa tipologia di interventi. Infatti, ogni tipo di lavoro che comporta il rifacimento del tetto deve necessariamente rispettare quanto previsto dalla normativa italiana in tale materia, sia dal punto di vista dei requisiti strutturali, che per quanto concerne quelli di sicurezza durante la fase di intervento.