Search
Thursday 24 September 2020
  • :
  • :

Attivazione nuovo contratto luce e gas

L’acquisto o la locazione di un immobile comporta, nella maggior parte dei casi, l’attivazione di un nuovo contratto luce gas affinché sia possibile far funzionare l’impianto dell’utente. Esistono diversi modi per attivare un nuovo contratto luce gas e i documenti richiesti per eseguire tale procedura sono sempre gli stessi, sia che si passi dal call center o che si preferisca la modalità “self service” tramite sito internet.

 

Documenti necessari nuovo contratto luce gas 

Al fine di attivare un nuovo contratto luce gas è necessario presentare dei documenti, quali: la carta d’identità dell’intestatario delle utenze. Inoltre bisogna fornire alla società con la quale si intende stipulare un nuovo contratto luce gas le generalità dell’intestatario: nome e cognome, data di nascita e codice fiscale. E’ necessario inoltre indicare un recapito telefonico o email, il numero della carta d’identità e un indirizzo email per l’invio delle fatture e delle comunicazioni.

 

Come avviene l’attivazione nuovo contratto luce gas 

L’attivazione di un nuovo contratto luce gas va richiesta alla società fornitrice scelta che avrà l’onere di trasmetterla al distributore territorialmente competente entro 48 ore lavorative. Il distributore avrà 5 giorni lavorativi di tempo dalla ricezione della richiesta per attivare la fornitura. In presenza di un contatore tradizionale l’attivazione di un nuovo contratto luce gas sarà eseguita togliendo i sigilli al dispositivo stesso mentre per i contatori di tipo elettronico la messa in funzione avverrà in modo telematico tramite un comando inviato dalla centrale di controllo, senza la necessità di far intervenire sul posto il personale tecnico.

 

Le informazioni sulla fornitura

Con l’ultima bolletta alla mano, è possibile trovare tutte le informazioni necessarie per identificare le caratteristiche della fornitura. Nel momento in cui ci viene richiesto il codice che identifica il cosiddetto “punto di fornitura”, sarà quindi sufficiente dare un’occhiata all’ultima bolletta ricevuta.

  • Per i contratti luce il codice si chiama POD e si trova nella prima pagina della bolletta.
  • Per i contratti gas il codice si chiama PDR (punto di riconsegna) ed è reperibile nella prima pagina della bolletta.

Nel caso di contratti energia elettrica, bisogna anche indicare la potenza attuale del contatore. Per i contratti del gas invece,  è necessario specificare la matricola del contatore e la tipologia di utilizzo della fornitura gas: cottura dei cibi e acqua calda oppure cattura dei cibi, acqua calda e riscaldamento autonomo.