Search
Saturday 24 August 2019
  • :
  • :

Viaggio a Roma: cosa vedere nella città eterna

Quando ci si mette in testa di fare un viaggio per staccare un po’ dal tran-tran lavorativo e godersi qualche giorno di riposo immersi in qualche luogo ricco di storia e fascino, la prima destinazione (o comunque una delle prime) a venire in mente è quasi sempre Roma. La Capitale d’Italia è una delle mete più rinomate dai turisti di tutto il mondo, per i suoi eccezionali monumenti e le sue incommensurabili bellezze artistiche che attraversano secoli di storia e immergono il visitatore in un contesto meraviglioso.

Colosseo, Fori Imperiali, Pantheon: le meraviglie di Roma

Per viaggiare si hanno a disposizione numerose possibilità, che sfruttano anche le nuove tecnologie. Ad esempio alcune compagnie consentono di pagare i viaggi in aereo in criptovalute (leggi su questo sito https://criptovalute.io/ethereum per saperne di più).

Non è certo un caso se Roma viene comunemente definita “La Città Eterna”, proprio perché recandosi in questa città si avverte la sensazione che qui il tempo si sia davvero fermato. Ma quali sono i migliori consigli da dare a chi vuole andare a visitare Roma per la prima volta? Naturalmente i luoghi principali da ammirare sono quelli famosissimi in ogni angolo del globo. Prima di tutto il Colosseo, il grande anfiteatro risalente al I secolo, dove all’interno venivano svolti combattimenti molto cruenti e spettacoli che allietavano la popolazione.

Se è davvero impossibile andare a Roma senza visitare il Colosseo, altrettanto si può dire per i Fori Imperiali, che si trovano a pochissima distanza dall’anfiteatro più famoso al mondo. All’interno dei Fori Imperiali nasceva e si sviluppava tutta la vita politica della Roma imperiale (e anche repubblicana): un sito straordinario, ricco di affascinanti templi e incantevoli piazze che diventa ancora più suggestivo con le prime luci della sera. Un altro luogo da visitare assolutamente è il Pantheon, un edificio del II secolo fortemente voluto dall’allora imperatore Adriano che desiderava la realizzazione di un tempio in onore di tutte le divinità di Roma.

Roma è particolarmente famosa anche per i resti delle Terme, in particolare quelle di Caracalla, dove si svolgono spesso concerti e spettacoli, e quelle di Diocleziano, costruite a poca distanza non molto tempo dopo. Tra i monumenti più importanti della Capitale non si può non menzionare l’Arco di Costantino, che si trova vicino al Colosseo e che “racconta” tutte le gesta del noto imperatore, che rese il Cristianesimo “religione ufficiale” dell’impero romano. Per coloro che invece non vedono l’ora di rinfrescarsi un po’ (ma è severamente vietato tuffarsi), specialmente nei mesi estivi, l’approdo migliore è certamente la Fontana di Trevi, un altro dei posti maggiormente caratteristici della Capitale: memorabile la scena con Anita Ekberg e Marcello Mastroianni nel film “La Dolce Vita”.

Infine, recarsi a Roma significa anche mettere piede su uno dei luoghi più spirituali al mondo. La Capitale è la culla del Cristianesimo, ed è quindi doveroso rendere omaggio alla Basilica di San Pietro, che si trova nell’omonima piazza. Il visitatore non può che rimanere incantato di fronte al colonnato del Bernini e alla cupola di Michelangelo, senza dimenticare gli strepitosi interni barocchi e tutte le meravigliose opere d’arte che si trovano nella Basilica. Infine, un passaggio ai Musei Vaticani è obbligatorio per ammirare ancora di più le preziosità della città papale.

Piazza di Spagna e Piazza Navona, luoghi magici

Sempre restando in tema di piazze, una delle più suggestive al mondo è certamente Piazza di Spagna, anch’essa famosa in tutto il mondo specialmente per l’amatissima scalinata che conduce a Trinità dei Monti. All’interno della Piazza si trovano anche alcuni dei negozi più rinomati, dove è possibile fare shopping (se le tasche lo permettono). Straordinaria anche Piazza Navona, una delle piazze dove i romani amano ritrovarsi per fare una passeggiata e chiacchierare del più e del meno, ammirando la bellezza della chiesa di Sant’Agnese.