Search
Tuesday 28 January 2020
  • :
  • :

Bubble mask: quali sono i segreti di questa maschera di bellezza?

Quando si parla di bubble mask si fa riferimento ad una maschera viso all’argilla che però contrariamente ad altri tipi quando inizia a fare effetto produce delle bollicine. È l’ultima frontiera di bellezza, ma chi non se ne intende, si domanda spesso se essa funzioni davvero.

Se la maschera alle bollicine ha avuto un successo clamoroso, sicuramente un motivo ci sarà. Essa infatti si distingue dalle altre già presenti in commercio perché deterge e pulisce ma fa anche divertire. Si tratta di una scelta cosmetica applicabile anche a casa, grazie ai set facilmente reperibili in commercio. Ha fatto il suo ingresso sul mercato circa un paio di anni fa, e le donne in particolare l’hanno subito acclamata come il toccasana in grado di creare sulla pelle il tanto ricercato effetto lifting. Questo in quanto idrata la pelle grazie alla presenza dell’acido mandelico.

A cosa serve

La bubble mask nasce in Corea, paese in cui le donne ci tengono particolarmente a curarsi in tutto il loro splendore. Non ha tardato tuttavia a giungere sino in occidente, anche grazie al vanto che numerose star internazionali hanno fatto circa i suoi benefici.

La particolarità di questa maschera risiede nella texture del prodotto, che cambia una volta stesa sul viso. Il gel utilizzato infatti reagisce con l’ossigeno e crea quell’effetto frizzante a bollicine, come quando si beve l’acqua gassata. Il suo effetto spumeggiante deriva dal perfluoropolietere, che pulisce e illumina la pelle. In questo modo il viso appare come rigonfiato.

Spesso dunque viene considerata una ottima sostituta dell’ossigenoterapia, anche se si distingue da questa terapia in quanto il trattamento all’ossigeno prevede una pulizia più profonda. Viceversa la bubble agisce in superficie e non ha un effetto duraturo anche se molto d’impatto.

Come si utilizza

Ci sono due tipologie di bubble mask: le maschere a base di argilla e carbone che vengono stese sul viso e quelle in tessuto che si applicano sempre sul siero. Sono proprio quelle a tessuto che hanno all’interno un ingrediente tecnologico, un polimero, a base di fluoro, carbonio e ossigeno. Esso agisce una volta sul viso liberando l’ossigeno in esso contenuto e facendo frizzare la pelle.

Dopo aver trascorso il tempo indicato sulla confezione con il tessuto in possa, non serve altro che rimuovere e sciacquare il viso. Se si avverte solletico sulla pelle è più che normale.

Quali i benefici

Le bollicine hanno un effetto immediato. Esse spazzano via tutte le tossine, il sebo e le impurità. La pelle viene pulita a fondo oltre al fatto che le rughe vengono appianate. Il viso appare molto più luminoso, niente affatto opaco e libero dalle conseguenze della stanchezza.

Il più alto beneficio viene proprio dall’ossigeno attivo che viene liberato. Viene infatti prodotto il collagene, che aiuta a liberare i pori e a sbiancare la pelle, che non avrà più alcun residuo tossico. Verrà fuori quasi sicuramente un effetto perla ad hoc. Infine grazie all’ossigeno tutti i batteri muoiono, così si evita di far emergere brufoli e comedoni, soprattutto per chi ha le pelli grasse e tendenti all’acne.