Search
Wednesday 24 July 2019
  • :
  • :

I termini dell’ecobonus per la sostituzione degli infissi

Con la scadenza dell’incentivo fiscale per la sostituzione degli infissi (31/12/2018), chi vuole approfittarne ha la necessità di dover scegliere su quale prodotto orientarsi.
Sarà possibile usufruire dell’ecobonus del 50%, fino ad un importo massimo di 60000€ ,o del bonus ristrutturazioni del 50%, con spesa massima di 96000€, entrambi introdotti nella legge di bilancio del 2018.
Per scegliere gli infissi per una città come Roma ci dovremmo orientare sulla scelta di materiali che offrano un ottimo livello di isolamento, non tanto per difendersi dal freddo.
Roma è una città con un clima mite, quanto per avere un buon isolamento acustico specialmente in zone ad alta densità di traffico.

Come scegliere il tipo di infissi da acquistare

Tra i materiali a disposizione per la realizzazione degli infissi troviamo:

  • Legno; ottimo isolante termico e acustico.

Molto adatto per le abitazioni in quanto crea un’atmosfera calda e accogliente. Il legno risulta esteticamente il più piacevole, ma ha un costo abbastanza elevato.
Il prezzo per una finestra standard va dai 300€ agli 800€.

Lo svantaggio del legno è la scarsa resistenza agli agenti atmosferici , con la necessità di una manutenzione più frequente. Esistono comunque legni più resistenti, come il teak, che può ovviare ai “difetti” del legno.

 

  • Alluminio; materiale robusto e trattabile con coloranti che possono renderlo esteticamente piacevole e simile al legno. Rispetto al legno ha il vantaggio di essere notevolmente resistente agli agenti atmosferici ed ha necessità di scarsa manutenzione.
    Lo svantaggio dell’alluminio è lo scarso isolamento termico ed acustico; esistono però prodotti più isolanti realizzati con la tecnica a taglio termico. Il costo rispetto al legno è più economico, per una finestra media si aggira tra i 200€ ed i 500€.

Seppur più economico, l’alluminio è una soluzione considerata più adatta a grandi vetrate, e si presta meglio a negozi o strutture commerciali piuttosto che abitazioni, specialmente nei centri storici dove esistono abitazioni di un certo pregio e di valore storico, come nella città di Roma .

  • 3) PVC; è il più economico, ha ottime qualità di isolante termico ed acustico e notevole durata, pertanto non necessita di grossi interventi di manutenzione, ma è facilmente deteriorabile al sole, e Roma in estate è una città molto calda.

Nel caso si scelga di adottare la scelta di infissi in pvc a Roma è consigliabile scegliere delle produzioni con materiali made in Italy che sono di miglior pregio.

Il costo di una finestra standard in PVC si aggira dai 200€ ai 500€.

Esistono poi soluzioni alternative fatte da materiali combinati in maniera da sfruttare le singole qualità dei materiali (legno – alluminio, pvc – alluminio, pvc – legno) secondo le esigenze climatiche, estetiche,e di durata nel tempo.
È fondamentale, in una città come la Capitale, frequentemente interessata da furti negli appartamenti, disporre di infissi antieffrazione realizzati con vetri antisfondamento e perni in acciaio ancorati al muro, installati da tecnici qualificati.