Search
Tuesday 4 August 2020
  • :
  • :

Possono staccare la luce se uno non paga la bolletta

Una delle tante domande che molti utenti, magari in difficoltà economica, si pongono è la seguente:”possono staccare la luce se uno non paga la bolletta“? In questo articolo cercheremo di rispondere in maniera esaustiva a tale quesito. Come sicuramente saprai, pagare la bolletta della luce in ritardo ha le sue conseguenze negative. Non pagarla affatto, anche peggio. Infatti,non solo gli interessi tenderanno ad accumularsi, ma potresti anche rischiare di vederti dapprima ridotta la potenza del contatore, per poi arrivare alla sospensione della fornitura per morosità.

 

Possono staccare la luce se uno non paga la bolletta?

Come ben saprai la bolletta è la fatturazione postale o elettronica di un contratto di fornitura di servizi. Questo significa che in caso di mancato pagamento degli importi dovuti, la compagnia con la quale è stato sottoscritto il contratto di somministrazione luce o gas può venire meno ai propri obblighi interrompendo l’erogazione del servizio. Il termine entro cui pagare la bolletta della luce viene indicato sulla bolletta stessa con la “data di scadenza”. L’ARERA stabilisce che questo termine non deve essere inferiore a 20 giorni da quando la bolletta ti arriva a casa. Successivamente si presentano delle fasi prima che il fornitore possa sospendere la fornitura.

 

I Fase

Nella fase iniziale, in caso di morosità, l’utente riceve un avviso bonario informale, spedito con lettera semplice o, nella maggior parte dei casi, è contenuto in un apposito riquadro della bolletta successiva che contiene il temine massimo entro cui deve regolarizzare il proprio debito. Se l’utente non paga la bolletta, si arriva alla II fase.

II Fase

In caso di mancato pagamento entro il termine stabilito dall’avviso bonario, la società fornitrice dell’energia elettrica invia una raccomandata al cliente e in questo caso, si tratta di una diffida formale con cui si intima il pagamento della bolletta non pagata. Se anche in questo caso l’utente non paga, si arriva alla fase III.

III Fase

Nel caso in cui l’utente persista nella morosità, la società erogatrice della luce, avvierà la graduale riduzione della potenza della luce, fino al 15%.

IV Fase

Scaduti i 15 giorni dalla riduzione di potenza del 15%, i fornitori dell’energia elettrica possono staccare la luce se uno non paga la bolletta. Inoltre, il gestore bloccherà il codice POD per morosità, cosicché non sarà possibile passare ad un altro fornitore prima di aver saldato le fatture arretrate.