Search
Thursday 24 September 2020
  • :
  • :

Al via la terza edizione di “Libri come” all’Auditorium di Roma | Fuori le Mura

Al via la terza edizione di “Libri come” all’Auditorium di Roma

7 marzo 2012

di Andrea Scutellà

Arriva al numero perfetto la manifestazione libresca ospitata dal Parco della Musica romano. Al centro dell’attenzione: new media, trasformazione del mercato editoriale e tanti appuntamenti imperdibili

L’encefalogramma del mercato dei libri non è più completamente piatto. Secondo il Rapporto 2011 dell’AIE (Associazione Italiana Editori) la ripresa è quasi impercettibile (+0,3%), ma c’è. Il dato viene inserito nel giusto contesto se raffrontato al boom dei new media, infatti sono le librerie online a trainare questa leggerissima ripresa con un sonoro + 24,5%. Cifre che mostrano, ex negativo, quanto sia profonda la crisi della carta stampata. La speranza è che in questo panorama riescano a inserirsi al più presto le case editrici indipendenti, spezzando il quasi monopolio della distribuzione da parte dei grandi gruppi e garantendo un innalzamento generale della qualità del mercato libresco.

In questo panorama si inserisce Libri come (8-11 marzo 2012), evento giunto alla sua terza edizione, dove il dibattito verte proprio sul futuro dei libri con particolare attenzione ai new media. Sarà possibile infatti leggere dei testi nella versione ebook, provare i dispositivi di nuova generazione e verrà messa a disposizione degli utenti, tramite delle postazioni collocate nell’Auditorium, la connessione a internet per entrare nel circolo Librinellarete. Quattro eventi si potranno inoltre seguire in streaming sul sito telecomitalia.com: Come scrivo i miei libri (Giovedì 8 ore 21) con Carlos Ruiz Zafón, Come salvare la bellezza (venerdì 9 ore 21) con Salvatore Settis e Gian Antonio Stella, Come scrivo i miei libri (sabato 10 ore 18) con Clara Sánchez e Brunella Schisa e Come ho letto e poi ho scritto (domenica 11 ore 19) con Alessandro Baricco.

Oltre all’aspetto mediatico il programma dell’evento resta comunque ricco di contenuti. Infatti, oltre ai già citati protagonisti degli incontri sul web, saranno presenti filosofi del calibro Peter Sloterdijk, Maurizio Ferraris (che parlerà proprio dell’I-pad), Massimo Cacciari e Tzvetan Todorov; autori come Milena Agus, Niccolò Ammaniti, Antonia Arslan, John Banville, Andrea Camilleri, Jonathan Coe, Giancarlo De Cataldo, Jennifer Egan, Giorgio Faletti, Chiara Gamberale, Alicia Giménez-Bartlett, Raffaele La Capria, Marco Lodoli, Stefan Merrill Block, Clara Sánchez, Ferdinand von Schirach, Paola Soriga; giornalisti che rispondono al nome di oncita De Gregorio, Gianni Clerici, Ezio Mauro, Paolo Mieli, Susanna Nirenstein, Gian Antonio Stella e Marco Travaglio; esponenti del mondo della cultura quali Marco Baliani, Goffredo Fofi, Francesco Guccini, Loretta Napoleoni, Massimo Recalcati, Salvatore Settis, Gustavo Zagrebelsky.

Stiamo parlando di un totale di 99 incontri, 225 relatori e 5 mostre concentrati tutti nel prossimo week end. Un’occasione per conoscere il futuro dell’editoria e per dibattere di contenuti letterari e non, con alcuni fra i maggiori esponenti della cultura internazionale.

Share









“Libri come” all’Auditorium di Roma, uno sguardo : Fuori le Mura


“Libri come” all’Auditorium di Roma, uno sguardo





12 marzo 2012 |



By




More


Share

Leggi anche:

San Francesco in Dante e Giotto secondo Massimo Cacciari di M. Lupo
Come l’iPad, conferenza di Maurizio Ferraris di M. Lupo
Rincorrendo Peter Sloterdijk di A. Scutellà
Dizionario delle cose perdute. La playlist del nostro passato, incontro con Francesco Guccini di M. Lupo

L’encefalogramma del mercato dei libri non è più completamente piatto. Secondo il Rapporto 2011 dell’AIE (Associazione Italiana Editori) la ripresa è quasi impercettibile (+0,3%), ma c’è. Il dato viene inserito nel giusto contesto se raffrontato al boom dei new media, infatti sono le librerie online a trainare questa leggerissima ripresa con un sonoro + 24,5%. Cifre che mostrano, ex negativo, quanto sia profonda la crisi della carta stampata. La speranza è che in questo panorama riescano a inserirsi al più presto le case editrici indipendenti, spezzando il quasi monopolio della distribuzione da parte dei grandi gruppi e garantendo un innalzamento generale della qualità del mercato libresco.

In questo panorama si inserisce Libri come (8-11 marzo 2012), evento giunto alla sua terza edizione, dove il dibattito verte proprio sul futuro dei libri con particolare attenzione ai new media. E’ stato possibile, infatti, leggere dei testi nella versione ebook, provare i dispositivi di nuova generazione ed è stata messa a disposizione degli utenti, tramite delle postazioni collocate nell’Auditorium, la connessione a internet per entrare nel circolo Librinellarete. Quattro gli eventi in streaming sul sito telecomitalia.com: Come scrivo i miei libri con Carlos Ruiz Zafón, Come salvare la bellezza con Salvatore Settis e Gian Antonio Stella, Come scrivo i miei libri con Clara Sánchez e Brunella Schisa e Come ho letto e poi ho scritto con Alessandro Baricco.

Oltre all’aspetto mediatico il programma dell’evento è stato comunque ricco di contenuti. Infatti, oltre ai già citati protagonisti degli incontri sul web, hanno presenziato filosofi del calibro Peter Sloterdijk (Leggi l’articolo di Andrea Scutellà), Maurizio Ferraris (che ha parlato proprio dell’I-pad – Leggi l’articolo di Michele Lupo), Massimo Cacciari (Leggi l’articolo di Michele Lupo) e Tzvetan Todorov; autori come Milena Agus, Niccolò Ammaniti, Antonia Arslan, John Banville, Jonathan Coe, Giancarlo De Cataldo, Jennifer Egan, Giorgio Faletti, Chiara Gamberale, Alicia Giménez-Bartlett, Raffaele La Capria, Marco Lodoli, Stefan Merrill Block, Clara Sánchez, Ferdinand von Schirach, Paola Soriga; giornalisti che rispondono al nome di Concita De Gregorio, Gianni Clerici, Ezio Mauro, Paolo Mieli, Susanna Nirenstein, Gian Antonio Stella e Marco Travaglio; esponenti del mondo della cultura quali Marco Baliani, Goffredo Fofi, Francesco Guccini (Leggi l’articolo di Michele Lupo), Loretta Napoleoni, Massimo Recalcati, Salvatore Settis, Gustavo Zagrebelsky.

Stiamo parlando di un totale di 99 incontri, 225 relatori e 5 mostre concentrati tutti in un solo week end. Agli incontri svoltisi nelle ben famose sale dell’Auditorium parco della musica si è aggiunto il consueto spazio “garage”, per l’occasione “occupato dagli eventi organizzati dagli editori aderenti l’iniziativa. Una location ottima, il capolavoro di Renzo Piano, soprattutto se incorniciata dal sole primaverile e un’occasione per scoprire il punto di vista di autori, filosofi e giornalisti ma anche per conoscere più a fondo case editrici che non sempre hanno la possibilità di imporsi in libreria.

Fuori le Mura “si è fatta un giro” e ha seguito alcuni incontri. Forse non i più importanti, forse non i più interessanti. Uno sguardo sicuramente parziale, materialmente parlando, ma che non possiamo che proporvi con piacere. Buona lettura.

San Francesco in Dante e Giotto secondo Massimo Cacciari di M. Lupo
Come l’iPad, conferenza di Maurizio Ferraris di M. Lupo
Rincorrendo Peter Sloterdijk di A. Scutellà
Dizionario delle cose perdute. La playlist del nostro passato, incontro con Francesco Guccini di M. Lupo



Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Category: Libri, Roma