Search
Saturday 28 November 2020
  • :
  • :

Isolamento termico: il migliore per un immobile

Pareti termiche per proteggersi dall'inverno in casa.

Isolamento termico

 

L’isolamento termico è un processo che viene applicato sulle pareti di un immobile finalizzato a uso abitativo.

Tuttavia, è possibile effettuare procedura d’isolamento anche su pareti degli uffici, degli spazi pubblici o di altri tipi di edifici.

In via generale si può certamente affermare che tale procedura sia utile per contenere il calore all’interno degli edifici, e non lasciare che questo venga disperso nell’ambiente.

Una volta isolata termicamente, la casa potrà assumere i connotati di una casa energetica, ovvero una di quelle che abbia un elevato grado d’isolamento.

Tutti gli interventi edilizi in tal ambito sono appositamente regolati dalla Comunità Europea e sul sito www.isolamentotermicofaldutofratelli.it tutti i maggiori dettagli in merito.

 

Materiali d’isolamento

 

Per raggiungere un buon grado d’isolamento termico vengono utilizzati materiali comunemente molto diversi tra di loro.

Vi sono per esempio quelli minerali, che grazie alla loro struttura cellulare prevengono l’uscita del calore.

Ma vengono impiegati anche materiali organici, come quelli vegetali.

Questi si dividono in quelli che hanno una struttura fibrosa e densa (e che pertanto servono a chiudere tutti i possibili fori), e quelli che invece sono costruiti con la struttura cellulare.

Tra i materiali più utilizzati val la pena ricordare quelli petrolchimici e quelli animali, anch’essi dotati di una struttura cellulare molto utile nel caso d’isolamento termico.

 

Utilizzo in edilizia

 

Le tecniche d’isolamento termico vengono utilizzate in edilizia in 3 modalità.

La prima di essere riguarda l’interno dell’abitazione.

Le pareti vengono letteralmente rivestite con uno strato d’isolamento termico, coperto poi da altri materiali edilizi utili a nascondere lo strato.

Quest’ultimo viene comunque fissato per mezzo di materiali chimici o meccanismi fisici.

D’altro canto, la soluzione a intercapedine prevede la costruzione di due strati edilizi separati da una camera d’aria, che può essere vuota o piena a seconda delle necessità.

 

Per concludere

 

Infine, esiste una terza modalità, quella da rivestimento esterno.

Sulle pareti esterne dell’edificio viene applicato qualcosa di simile a un cappotto, che serve a proteggere ulteriormente la casa.