Search
Monday 19 April 2021
  • :
  • :

Pavimento in legno composito: il legno sposa le resine

Sono tante le persone che, per la loro casa, prendono in considerazione il legno al momento della scelta della pavimentazione.

Spesso, però, all’atto dell’acquisto si finisce per rinunciare: si tratta infatti di un materiale delicato, che richiede molte attenzioni e soprattutto numerose cure con prodotti specifici. Insomma, la praticità e l’economia finiscono per passare in primo piano rispetto alle preferenze in materia di design.

Stop ai compromessi

Eppure una soluzione c’è: si chiama “pavimento in legno composito”. Si tratta di un innovativo mix che sposa le qualità del legno con la praticità di materiali di più facile cura e manutenzione.

Nello specifico, il legno composito si ricava da un’attenta selezione degli scarti delle industrie attive nella lavorazione del legno: questi vengono combinati con delle resine ecologiche per dare vita a un prodotto completamente nuovo, sicuro e amico della natura, ideale per la pavimentazione delle stanze e addirittura per gli esterni, grazie alle sue eccellenti proprietà.

NGWood è un’azienda specializzata in realizzazioni di pavimento in legno composito e altre realizzazioni.

Pavimento in legno composito: tutti i vantaggi

Da dove iniziare? Innanzitutto, quella del pavimento in legno composito è una scelta ecologica e sostenibile a livello ambientale ed economico.

Oltre a essere ricavato da materiale di recupero, il legno composito non annovera componenti tossiche o inquinanti, così che può essere smaltito in modo assolutamente ecologico e all’occorrenza può essere riciclato. Trattiene inoltre in modo eccellente il calore, quindi rappresenta un’ottima soluzione anche a livello energetico.

Il pavimento in legno composito ha anche un indubbio vantaggio funzionale: si installa infatti in modo semplice e veloce.

pavimento-legno-compositoQuesto tipo di materiale si caratterizza poi per l’estrema resistenza: rispetto al legno classico, non risente del processo di invecchiamento e mantiene il colore e l’aspetto originari. Assorbe minimamente l’acqua e non teme l’umidità: anzi, presenta una stabilità dimensionale maggiore rispetto al legno “normale”.

Il legno ha poi, purtroppo, una serie di “nemici naturali”: risulta infatti estremamente appetibile per insetti e microorganismi vari, come i funghi e le muffe.

Il pavimento in legno composito, al contrario, non viene attaccato dagli insetti e ha un’elevata resistenza ai microorganismi. In caso si insinui comunque una leggera presenza di muffa, essa si sviluppa molto più lentamente e si rimuove con pochi, piccoli, accorgimenti.

Queste proprietà fanno sì che si presti particolarmente anche nell’arredamento di ambienti esterni e addirittura in zone ricche di umidità come il bordo delle piscine.

Non temendo poi la salsedine, è adatto anche alle località marine. Si macchia molto difficilmente. Infine, il pavimento in legno composito farà la felicità di chi ama camminare a piedi nudi: è infatti antisdrucciolamento, antiscivolamento e assolutamente privo di schegge.

Per un pavimento “come il primo giorno”

Punto di forza del pavimento in legno composito è la sua estrema facilità di manutenzione, soprattutto paragonata alle attenzioni normalmente richieste dal legno naturale.

Come si diceva in precedenza, il pavimento in legno composito tende a non macchiarsi: nel caso però accada, si può utilizzare semplicemente un’idropulitrice ed eventualmente passare poi a prodotti specificatamente studiati per questo materiale.

Nel caso invece si voglia cambiare il colore, sono indicati colori chiari e vernici delicate. In generale, sono sempre preferibili prodotti specifici per avere risultati ottimali: sul sito ngwood.it sono presenti moltissimi consigli e idee per la cura e la scelta del pavimento in legno composito.

Dentro e fuori

Per le caratteristiche sopra citate, il pavimento in legno composito è una scelta adatta tanto per gli ambienti esterni della casa quanto per quelli interni. NGWood propone inoltre delle soluzioni per facciate in legno composito, nonché per rivestimenti di piscine o costruzioni. Quando si parla di legno composito, come si suol dire, l’unico limite è la fantasia.

Per ulteriori dettagli visita il sito