Search
Wednesday 21 October 2020
  • :
  • :

Il cambiamento dell’agenda scolastica apportato da Mauro Laus

La scuola, ormai prossima a vivere un nuovo anno, è stata leggermente rivoluzionata in Piemonte: questo grazie all’intervento del Presidente Mauro Laus, che ha voluto apportare diversi cambiamenti al concetto di istruzione.

Mauro Laus rivoluziona l’agenda scolastica

Oggetto della riforma, da parte del presidente Laus, è stata l’agenda scolastica dei vari istituti primari e secondari, definita dallo stesso Presidente come poco interattiva e coinvolgente.
Egli, grazie anche alla collaborazione con tantissime strutture che permettono di aumentare il livello culturale di uno studente, ha deciso di inserire diversi appuntamenti importanti delle suddette agende scolastiche.
Tra di essi spicca la visita al Museo regionale di Scienze naturali, che secondo Laus, rappresenta un luogo dove, la stessa scienza, viene esplicata in maniera completa e soprattutto piacevole sotto il punto di vista degli studenti.
Una visita in questo luogo di cultura, che sarà seguito anche da altri come ad esempio lo stesso palazzo dove si riunisce il Consiglio Regionale, permette di poter apprendere una quantità di nozioni che risultano essere maggiormente semplici da memorizzare.
Anche i genitori potranno essere presenti a queste particolari uscite previste nella nuova agenda scolastica, in maniera da poter essere oggetto di una cultura che risulta essere sempre più innovativa e rafforzare il rapporto col figlio durante il periodo scolastico.

Il concetto di istruzione di Laus

Questa particolare rivoluzione, alla quale seguiranno diverse altre secondo le parole del Presidente stesso, permettono di rivoluzionare il concetto di scuola e di apprendimento da parte degli studenti stessi.
Il Presidente Laus è stato abbastanza chiaro nell’affrontare questi particolari argomenti, sostenendo che, secondo il suo punto di vista, la cultura non riguarda solo lo studio che viene svolto unicamente sfruttando i vari testi scolastici.
Il Presidente Mauro Laus ha affermato che, questo modo di fare da parte delle strutture scolastiche, non fa altro che allontanare i giovani dal concetto di scuola e istruzione, visto che poca interattività la rendono meno piacevole e soprattutto la trasformano in un luogo dove si è obbligati ad andare ma dove, l’impegno, potrebbe essere messo da parte.
Questo concetto, secondo Laus, risulta essere estremamente importante e potrà essere ulteriormente potenziato e modificato nel corso degli anni.
Il tutto, sempre secondo Laus, dipenderà dai risultati che si otterranno con queste uscite e lezioni differenti da quelle classiche, che potranno quindi essere in grado di attirare, in maniera maggiormente significati, gli studenti stessi e potrebbero permettere loro di poter effettivamente avere una voglia maggiore di imparare, visto che le nozioni potranno essere facilmente assimilate aggiungendo alla spiegazione un elemento da vedere coi propri occhi.